CalcioNapoliNews.it
Cerca tra gli articoli
gif
link Homepage    link Email    linkForum     link Chi siamo    link Links     Maradona DayMaradona Day
   linkFile Audio Gol    Area Jolly- Foto, ScreenSaver, Desktop, ...Area Jolly    La Rosa La Rosa     Archivio StoricoArchivio Storico
Napoli inguardabile, due schiaffi a Siena.
Azzurri da incubo dopo la notte magica. Inutile la rete di PiÓ.Il video nel servizio.

foto
03 Maggio 2009 -- Ancora una volta il Napoli in trasferta va male: 1-2 a Siena, con gol di Kharja, Maccarone e PiÓ. Napoli irriconoscibile rispetto alla vittoria con l'Inter. Se Donadoni aveva chiesto conferme agli azzurri, dopo l'impresa del San Paolo, ha avuto risposte contrarie dalla squadra. Bocciatura chiara anche per Russotto, che sembrava favorito per affiancare Zalayeta in avanti - complice lo stop a Lavezzi - e invece finisce addirittura in tribuna.

Come a Cagliari, anche stavolta il Napoli cade quasi all'inizio, nonostante nei primi minuti gli azzurri si fossero riversati in avanti. E proprio su una ripartenza, all'11', il Siena passa: Kharja fa sessanta metri palla al piede e poi, dopo due dribbling e una finta, segna all'incrocio dei pali, con un'azione che ricorda il gol di Hamsik al Milan dello scorso anno.

Siena giÓ avanti dopo 11 minuti, mentre il Napoli fa fatica a organizzarsi. Amodio tenta di tenere in piedi il centrocampo, in avanti PiÓ - pur con molto fumo - prova qualcosa, ma Ŕ tutta la squadra a sembrare ferma, con Hamsik ancora una volta un fantasma. Zuniga Ŕ uno stantuffo sulla destra, e dal suo cross nasce il 2-0 di Maccarone al 24': L'attaccante sfrutta il velo sul primo palo e brucia Blasi e Montervino: due centrocampisti, dove doveva esserci un difensore.

Nella ripresa Donadoni si fa sentire e il Napoli scende in campo con un altro animo, anche se Ŕ il Siena a sfiorare pi¨ volte il 3-0. Calai˛ Ŕ una furia, il suo duello con Contini fa scintille: ma l'ex azzurro - in comproprietÓ tra Napoli e Siena - non riesce a segnare.

L'ingresso in campo di Datolo e Denis trasforma gli azzurri, complice il calo vistoso del Siena. Proprio su punizione di Datolo, PiÓ di testa accorcia le distanze. Poi negli ultimi minuti il forcing azzurro non produce il pari sperato, ma che sarebbe stato immeritato.(ilMattino)