CalcioNapoliNews.it
Cerca tra gli articoli
gif
link Homepage    link Email    linkForum     link Chi siamo    link Links     Maradona DayMaradona Day
   linkFile Audio Gol    Area Jolly- Foto, ScreenSaver, Desktop, ...Area Jolly    La Rosa La Rosa     Archivio StoricoArchivio Storico
Atalanta-Napoli: commenti a caldo
Le dichiarazioni di Milik, Gasperini, Ancelotti, Insigne.

foto
03 Dicembre 2018 -- MILIK: "Gol importante per me e per la squadra, soprattutto per me perchŔ non segnavao da un po' ma sono felice per la vittoria perchŔ abbiamo lavorato per questo. Sono un attaccante, Ŕ chiaro che voglio fare gol sempre, segnare e giocare sempre, per˛ il calcio non Ŕ sempre come vogliamo, ma come ho detto prima sono felice per la vittoria, andiamo avanti facendo il nostro lavoro pensando giÓ alla prossima col Frosinone. Il Liverpool? La gara sarÓ durissima ma prima abbiamo la partita col Frosinone e poi Ŕ chiaro che vogliamo andare avanti anche in Champions".

GASPERINI: "Abbiamo sofferto nel finale un po' di fatica, non siamo riusciti a chiudere ed abbiamo preso gol nel finale. Peccato perchŔ avevamo fatto una ottima partita dopo essere andati sotto subito, avevamo pareggiato e nel finale ci Ŕ mancata un po' di energia, poi i cambi del Napoli hanno fatto la differenza. Ci sono mancati Toloj e Ilicic, c'Ŕ stata qualche lettura sbagliata in fase difensiva, per˛ Ŕ un rischio che devi correre contro una squadra come il Napoli perchŔ altrimenti corri rischio di lasciare loro il pallino del gioco e poi alla fine puoi subire di pi¨. Zapata ha fatto bene, una buona partita al di lÓ del gol, ma tutta la squadra ha fatto bene, peccato, i ragazzi hanno fatto tutto quello che potevano".

ANCELOTTI: "L'Atalanta gioca molto bene, un calcio molto dinamico e fisico, quindi sapevamo che era una gara difficile. Le occasioni ci sono state per raddoppiare ma le abbiamo sprecato, poi loro hanno spinto molto forte e poi hanno meritato il pareggio e paradossalmente la loro spinta forte nel ricercare il pareggio ci ha agevolato perchŔ poi sono calati e da lý in poi c'Ŕ stata un'altra gara. Milik ha fatto bene, ma tutti quelli che sono entrati hanno fatto bene come Zielinski che ha dato vivacitÓ. Quando si pu˛ attaccare si attacca e quando si deve difendere si difende! Il gol subito realizzato all'inizio e la spinta forte dell'Atalanta ci hanno spinto a stare un po' pi¨ bassi e coperti e fare una partita diversa da come l'avevamo preparata. A Milik va dato il tempo, perchŔ non dobbiamo dimenticare che viene da due brutti infortuni e deve ritrovare continuitÓ e la migliore condizione fisica. A tutti piace giocare il calcio champagne ma a volte non sempre Ŕ possibile perchŔ ci sono anche gli avversari. La squadra ha dato segno di maturitÓ e devo dire anche il pubblico di Bergamo ah dato segno di civiltÓ ed intelligenza. E' stata una bellisima serata per tutti ed un bel segnale di come devono essere le partite dentro e fuori dal campo. La gara di venerdý? La prima maglia che mi hanno regalato quando avevo sei anni era quella dell'Inter di Mazzola....sarÓ una bella gara da vedere tra due grandi avversarie."

INSIGNE: "Abbiamo fatto una grande partita ed ottenuto una grande vittoria, perchŔ non Ŕ facile venire a giocare qui e vincere. Infatti, abbiamo visto la partita dell'Inter come Ŕ andata a finire. Siamo contenti perchŔ abbiamo fatto una partita ed una vittoria di squadra e siamo contenti che Milik sia tornato al gol. Ora speriamo che possa farne tanti altri e regalrci tante vittorie. Abbiamo voluto la vittoria e l'abbiamo meritata. Sappiamo che la partita col Liverpool sarÓ dura, ma prima c'Ŕ la gara col Frosinone perchŔ tutte le partite sono difficili e lo abbiamo visto nel pareggio casalingo col Chievo. Quest'anno siamo pi¨ imprevedibili? Sý, Ŕ una impronta di gioco che ci sta dando il mister, cambiando modulo e la posizione di qualcuno in campo, e siamo bravi a verticalizzare subito, a non dare riferimenti e ad andare subito in porta. Possiamo ancora migliorare e dobbiamo farlo nel minor tempo possibile. Ogni partita ha la sua storia, oggi avevamo preparato la gara per attaccarli, poi per˛ andavamo in difficoltÓ sia io che Mertens e quindi ci siamo abbassati per dare una mano e ne Ŕ venuto un primo tempo un po' pi¨ difensivo anche perchŔ loro spingevano molto."