CalcioNapoliNews.it
Cerca tra gli articoli
gif
link Homepage    link Email    linkForum     link Chi siamo    link Links     Maradona DayMaradona Day
   linkFile Audio Gol    Area Jolly- Foto, ScreenSaver, Desktop, ...Area Jolly    La Rosa La Rosa     Archivio StoricoArchivio Storico
E' vero, Naldi comincia ad essere stufo di aspettare Haq
Il presidente conferma: "Pronto ad andare avanti da solo". Incontri con il tribunale d'appello e la guardia di finanza

03 Luglio 2002 -- L'impressione era crescente e diffusa, ma oggi giunta una conferma ufficiale: Salvatore Naldi sta per abbandonare definitivamente a se stesso, il signor Abdul Haq, l'ingegnere giordano che da settimane annuncia di essere in procinto di comprare la maggioranza delle azioni del Napoli, ma che finora ha sventolato i suoi propositi (e soprattutto i soldi) solo attraverso dichiarazioni alle agenzie.
E la cosa non piace al pragmatico Naldi.

"Non ho fretta ma anche la pazienza ha un limite. Comunque, sono pronto a andare avanti da solo". Queste le parole di Salvatore Naldi, presidente del Calcio Napoli, nel corso di un incontro svoltosi presso il quotidiano "Repubblica".

Nell'occasione il patron azzurro ha smentito anche la cessione di azioni al fratello Roberto definendo tale notizia riportata dalla stampa, "priva di ogni fondamento".

Naldi si e' anche soffermato sul calcio mercato sottolineando che il Napoli in fase di attesa: "Il mercato ancora lungo, se capitera' l'occasione la prenderemo" ha detto.

Nella giornata Naldi ha poi incontrato con l'avvocato Francesco Barra Caracciolo, membro del cda, il presidente del Tribunale di Napoli, Giovanni De Rosa, e da Raffaele Numeroso, presidente della Corte d'Appello di Napol e quindi il generale della Guardia di finanza, Francesco D'Isanto, comandante interregionale della Finanza per l'Italia meridionale.

Una serie di incontri, dunque, con coloro che hanno svelato il baratro nei conti societari con il quale il nuovo presidente sta facendo i conti, nel tentativo di riportare la gestione ad una vita sana e regolare.