CalcioNapoliNews.it
Cerca tra gli articoli
gif
link Homepage    link Email    linkForum     link Chi siamo    link Links     Maradona DayMaradona Day
   linkFile Audio Gol    Area Jolly- Foto, ScreenSaver, Desktop, ...Area Jolly    La Rosa La Rosa     Archivio StoricoArchivio Storico
Osimhen operato: stop di 90 giorni
Le dichiarazioni del chirurgo: "Intervento lungo e delicato, potrebbe anche tornare ad operarsi".

foto
23 Novembre 2021 -- Novanta giorni di stop: è questa la prognosi dei medici dopo l'intervento subito da Victor Osimhen a Napoli per la riduzione delle fratture scomposte a zigomo e orbita sinistra rimediate in uno scontro aereo con Milan Skriniar nel match con l'Inter. Il giocatore sta bene e resterà in osservazione qualche giorno: il suo ritorno in campo è dunque previsto non prima della fine di febbraio.

A radio Goal, su Kiss Kiss Napoli, la radio ufficiale della SSC NAPOLI, è intervenuto nel pomeriggio il chirurgo che lo ha operato, il dottor Gianpaolo Tartaro che ha rialsciato alcuni dichiarazioni che hanno dello scioccante: "Non è stata una semplice fattura allo zigomo ma ha interessato anche diverse ossa del viso. L'intervento è stato lungo, complesso, delicato ed è durato 4 ore e mezza. Osimhen non ha avuto una frattura ma uno schiacciamento! Lo scontro con Skrniar gli ha fatto rientrare dentro tutto l’osso zigomatico e tutta la cavità orbitale si è ristretta, sono stati compressi anche i tessuti, i muscoli, i nervi e le arterie e di tutto ciò che sta sopra il cranio. Dalle immagini della tv vedevamo che non riusciva ad aprire l’occhio perché il bulbo oculare spingeva verso fuori e lo zigomo andando dentro ha ristretto la cavità orbitale. Ha quindi fatto una compressione, l’occhio spingeva e non dava modo alla palpebra di salire e scendere. Nel corso dell'operazione è stata fatta una quindi riespansione della cavità oculare, alcune ossa non ci sono più e quindi le abbiamo sintetizzate con 5 placche tenute da 16 viti."

"Adesso è ancora presto per parlare di tempi di recupero perché l’intervento è stato davvero complesso: le condizioni del viso del calciatore erano pessime ma garantisco che l’intervento è perfettamente riuscito. Adesso inizia la vera partita di Victor, abbiamo fatto solo il riscaldamento con l’intervento. Ora inizia la seconda fase, molto dipende da lui e dal suo fisico, non ho la sfera di cristallo e non posso sapere quando recupererà. Da tifoso del Napoli lo farei giocare domani mattina per vincere lo scudetto, ma purtroppo non sarà così".

"La prognosi di 90 giorni - ha detto il dottor Tartaro - è molto aleatoria, perché se c’è qualche problema deve tronare in sala operatoria. C’è stata una ricostruzione complessa, non è una cosa immediata. Potrebbero volerci 70 giorni come anche 100 perché dipende dalla risposta del giocatore all’atto chirurgico. Dopo una frattura l’aspetto psicologico conta molto. Purtroppo Osimhen è stato proprio sfortunato, non ha avuto una frattura strana, ma un vero e proprio trauma facciale. Ripeto, parlare adesso di mascherine e tempi di recupero è ancora troppo presto, tutto dipenderà dal decorso operatorio, lui è una bravissima persona ma poi ci dimentichiamo che ha solo 22 anni ed è ancora un ragazzino. Ora comincia per lui la vera partita".

Redazione CalcioNapoliNews.it

(0 commenti)